PALMIRO, bacchetta uomo

PALMIRO, bacchetta uomo da Giò Pozzo

Da: Giò Pozzo  01/03/2009
Parole chiave: Biciclette

Poi ci abbiamo messo dei lussuosi parafanghi in acciaio inox con i ventaglioni e le astine passanti, gomme larghe, alcuni componenti d’epoca, ma nuovi, come i mozzi, le guarniture e i pedali, altri nuovi, ma fatti come una volta come i freni e il manubrio. Ne è venuta fuori una signora bacchetta, imponente, scorrevolissima e davvero piacevole da pedalare. Quando siamo usciti per la prima volta a provarla, le macchine si fermavano per lasciarci passare! non c’era mai capitato prima in tanti anni di bici. Portapacchi possibili ma sconsigliati, perché ne tradirebbero la linea. Su richiesta si può invece avere in versione bicolore, con i parafanghi di colore diverso da quello del telaio e anche filettata a mano (cerchi, parafanghi, in questo caso con la parte centrale lasciata a inox, e filetti sul telaio).

Telaio: acciaio saldobrasato con giunzioni tubi 1,2-1,4 mm

Misure e colori: a richiesta

Ruote: cerchi 28’ in acciaio cromato, raggi inox, coperture 700 x 40 C

Mozzi: Way Assauto in acciaio

Freni: fonderia Visconti, a pistoncino

Sella: Modular Bassano

Guarnitura e pedivelle: Way Assauto

Parafanghi: Gino Marcon in acciaio inox con ventaglioni

Manubrio: Varese in ottone cromato

Pedali: Way Assauto modello Zenit

Tappo tubo piantone: Vernaccia di Oristano Riserva 1998 Silvio Carta

Parole chiave: Biciclette