Search Engine Marketing e tecniche di Blogging

Da: ibloom srl  11/11/2008
Parole chiave: Blog, ottimizzazione per i motori di ricerca, Blogging,

Naturalmente esistono tanti altri metodi per promuovere il proprio sito e ci sono alternative al top-posizionamento nei motori di ricerca, ma non c’è meglio che un posizionamento nei primi 10 risultati di Google o degli altri motori di ricerca importanti come Ask, Yahoo o MSN, che garantisce traffico consistente giorno dopo giorno. Non è difficile essere indicizzato in un motore di ricerca, ma non è neanche facile di essere presente nei primi 20 posizioni. Il Top-10 è ideale, ma già con un posizionamento nelle prime due pagine di un motore di ricerca principale, avrete traffico sul vostro sito. Questo è garantito. Ovviamente – più alta la posizione - meglio la performance. Già la differenza tra la prima e la seconda pagina delle SERPs (Search-Engine-Result-Pages) è notevole. Se non riuscite nemeno superare la terza pagina, avrete sicuramente bisogno di altri mezzi – oltre ai motori di ricerca - per attirare abbastanza visitatori sul vostro sito. Che cosa sono gli ingredienti principali del Search Engine Marketing? Abbiamo due obiettivi, il primo è essere posizionato e il secondo di raggiungere un posizionamento nei Top-20. Come dicevamo prima – è semplice essere indicizzato nei motori di ricerca. Tanta gente sviluppa un sito, fa una segnalazione a Google e poi aspetta che arriva il spider di Google per indicizzare le pagine. Beh… non funziona. Non segnalare il sito a Google o a altri motori di ricerca perché questo potrebbe causare un ritardo nell’indicizzazione! Fate uno di questi due passi invece: Il migliore è scrivere alcuni articoli sul tema del vostro sito e inviarli ai top directories per articoli. Se non siete capace di scrivere oppure non avete tempo, usate un ghostwriter. C’è tantissima gente che offre questo tipo di servizio a prezzi ragionevoli.
Google e gli altri motori vanno a trovare molto frequentemente gli article directories che dispongono di un buon ranking e troveranno presto il link al vostro sito nella risorsa per gli autori o nella vostra biografia. Non appena trova il vostro sito sarete indicizzati, e questo può succedere anche in meno di 24 ore. Questa è la strada principale, l’altra è un blog. Aggiungete un blog al vostro sito e presto sarà indicizzato. A Google i blogs piacciono molto, soprattutto i blogs di Blogger, perché Blogger fa parte della rete di Google. E’ come una specie di garanzia per un’indicizzazione. Se Blogger non vi piace, potete sempre cambiare una volta che il vostro sito è stato indicizzato. Wordpress è la blogging software più versatile in questo momento, soprattutto se viene installato sul proprio spazio web. Una volta indicizzato, potete migliorare la vostra posizione ottimizzando ogni pagina del vostro sito per un tema specifico. Non dimenticate che i motori di ricerca indicizzano ogni pagina singolarmente e ogni pagina dovrebbe essere ottimizzata in maniera separata. Ovviamente – all’inizio vi dovreste concentrare sulla vostra homepage. Di solito sarà la home che avrà la posizione migliore e più importanza di tutti. E’ possibile che un’altra pagina venga posizionata meglio in un secondo momento, ma non è la regola. Dopo potete postare un blog sul topic di una delle pagine ottimizzate e aggiungere altri articoli in maniera regolare. Dovreste anche includere un link dal vostro blog alle vostre pagine web e dalla sidebar del blog al vostro sito web. Questo migliorerà la probabilità che sia la vostra pagina che anche il vostro blog vengono indicizzati. Naturalmente anche il blog può essere indicizzato su Google e gli altri motori di ricerca. Ci sono alcune altre cose per rendere il vostro sito più attrattivo per i motori di ricerca. Ricordatevi che il posizionamento per una singola pagina di solito avviene soltanto per una parola chiave o frase chiave, che verrà digitata da qualcuno cercando informazioni sul tema. E’ possibile di ottenere un altro posizionamento per un’altra parola chiave presente su un’altra pagina. L’unica cosa da fare è determinare le parole chiave giuste per quali ottimizzare le pagine. Non appena decisa la parola chiave, va messa nel titolo della vostra pagina. Cercate di fare il titolo un po’ più lungo della parola chiave. Per esempio, se la vostra parola chiave è “creazione siti web” fate diventare il titolo “creazione siti web per aziende”. L’header principale non deve essere per forza lostesso, per esempio “creazione siti web per piccole e medie imprese” potrebbe andare bene. Usate tags H1 per dire all’algoritmo del motore di ricerca che questo header contiene testo importante relativo alla vostra pagina. Per ulteriormente indicare che “creazione siti web” è una frase importante sulla vostra pagina, usatela nei primi 100 caratteri e un’altra volta nell’ultimo paragrafo della pagina. Potete anche usarla altre volte, ma non più di ogni 300 parole. Non esagerare. Usate tante parole in relazione alla parola chiave per permettere all’algoritmo di determinare la rilevanza della pagina e definire qual’è il soggetto attuale. Per riprendere il nostro esempio, ancora non è chiaro se si tratta solo del design o anche della programmazione. Cercate di chiarire questo nella sintassi della vostra pagina. Per esempio, il vostro titolo potrebbe essere cambiato in “creazione siti web – programmazione e webdesign”. Così potreste creare tante referenze a CMS, webmarketing, PHP, cataloghi online ecc. Tutte queste parole aiuteranno al motore di ricerca di capire che la vostra pagina parla della creazione completa di un sito web e non solo di un layout grafico. Esistono ancora tantissimi altri modi per ottimizzare il vostro sito web e per farlo diventare più rilevante alla frase di ricerca. E più il motore di ricerca considera rilevante la vostra pagina, più alto sarà il vostro posizionamento per una determinata parola chiave. Blogging può migliorare l’effetto del vostro SEO (Search Engine Optimization) e non solo migliorare la posizione delle vostre pagine, ma il blog stesso può essere posizionato e creerà così ancora più traffico per il vostro sito. Search Engine Marketing ha bisogno di una conoscenza approfondita dei motori di ricerca e il loro funzionamento. Ma se si riesce a farlo funzionare, sarà molto riconosciuto in forma di traffico altamente targetizzato per i vostri prodotti. L’unico problema è, se non si sa come fare e non si ha a disposizione delle persone che sanno di che cosa stanno parlando e non cercano solo di vendere il loro servizio, ci vuole tanto tempo per imparare.

Parole chiave: Blog, Blogging, ottimizzazione per i motori di ricerca