Quando si dice sondare il terreno

Quando si dice sondare il terreno da microsonda.geo snc

Da: microsonda.geo snc  15/09/2007
Parole chiave: Geotecnica, Tiranti, Sondaggi

Due geologi marchigiani e le agevolazioni della Microimpresa gestite da Sviluppo Italia hanno dato vita a Microsonda.geo s.n.c., azienda con sede a Offida (Ascoli Piceno), operativa dal maggio 2006 e specializzata nell’esecuzione di indagini geologiche.Luciano Marucci, legale rappresentante della ditta, e il suo socio Andrea Bruni eseguono sondaggi geognostici, micropali e installano piezometri ed inclinometri. “Si tratta di indagini – spiega Marucci – che servono per stilare le relazioni geologiche relative a nuove edificazioni o a ristrutturazioni di fabbricati già esistenti”. In altre parole Microsonda.geo verifica la stabilità e la resistenza del sottosuolo prima che inizino i lavori edilizi. I risultati dell’esplorazione possono essere utili agli stessi soci dell’azienda – nel caso siano direttamente incaricati delle indagini – oppure realizzati per conto di altri geologi. Sono due le tipologie di intervento che l’azienda esegue con più frequenza: i sondaggi geognostici e i micropali. Nel primo caso la macchina perforatrice estrae delle porzioni di terreno, dette “carote”, che vengono recuperate e affidate alle analisi tecniche di laboratorio. Il sondaggio avviene prima della realizzazione di nuove opere, ad esempio palazzine o parcheggi. È un’operazione abbastanza laboriosa: “Noi – afferma Luciano Marucci – possiamo eseguire circa 10 metri di sondaggio al giorno”. I micropali servono invece per ristrutturazioni e consolidamenti di vecchi manufatti, vuoi per difetti legati a lacune progettuali o esecutive, vuoi per danni subiti da eventi sismici. Anche in questo caso avviene una perforazione, ma il materiale che se ne ricava viene buttato. “Nel foro si inserisce un’armatura d’acciaio – dice il legale rappresentante di Microsonda.geo – nella quale viene poi iniettata, attraverso delle pompe, una malta cementizia”. L’armatura d’acciaio ha delle valvole da cui il cemento fuoriesce, formando dei “bulbi” che si aggrappano al terreno e creano un’aderenza laterale. In questo modo si aumenta la stabilità dell’edificio. “Eseguiamo in media 4-5 micropali al giorno per un totale di 70-80 metri – aggiunge Marucci – e siamo in grado di farlo anche dall’interno degli edifici”. Infine, per verificare la stabilità dei versanti e valutare il rischio di frane Microsonda.geo installa gli inclinometri (sonde che tengono d’occhio i movimenti del sottosuolo) e i piezometri (che controllano il livello delle falde acquifere).

Parole chiave: Consolidamenti, Fondazioni Speciali, Geotecnica, Micropali, Perforazioni, Sondaggi, Tiranti, Trivellazioni