Atelier, Moda, Accessori, Monili, Manufatti, Ornamenti, Annarita, Vitali, Bigiotteria, Bijoux, Epoca

Atelier, Moda, Accessori, Monili, Manufatti, Ornamenti, Annarita, Vitali, Bigiotteria, Bijoux, Epoca da Annarita Vitali

Da: Annarita Vitali  08/03/2016
Parole chiave: Atelier, Moda, Accessori, Monili, Manufatti, Ornamenti, Annarita, Vitali, Bigiotteria, Bijoux, Epoca

Atelier, Moda, Accessori, Monili, Manufatti, Ornamenti, Annarita, Vitali, Bigiotteria, Bijoux, Epoca, Vintage, Jewels, Collane, Orecchini, Anelli, Bologna, Collier, Bracciali, Artigianato, Borse, Scarpe, Cappelli Questa è la storia della mia attività di recupero di un vecchio magazzino dal quale ho ricavato i materiali d'epoca per le mie creazioni! A Bologna ci sono persone che hanno nel proprio dna la conservazione, ed il recupero; Annarita Vitali, laureata in Urbanistica con l’Arch.tto Cervellati, da sempre attivo per il recupero dei centri storici, ha perseguito , lavorando in proprio, dopo una collaborazione con l’Ente Manifestazioni artistiche e la Galleria d’arte moderna, di recupero, volta al gioiello ed alla sua creazione. Tutto nasce dall’acquisto dell’ antico magazzino "Furlanetto". Fondato nel 1925, rilevato con tutti gli antichi materiali, e fatto rivivere con le creazioni artistiche di Annarita Vitali nel 1998. L’azienda , fondata da Romeo Furlanetto nel 1925, produceva accessori moda, venduti a livello internazionale, e collaborava con importanti stilisti, tra cui Valentino, Chanel e Balenciaga di cui era il distributore per l’Italia... solo per citarne alcuni. Alla morte precoce di Romeo Furlanetto, subentrò la moglie Maria, una Calestani di Casalmaggiore. Qui aveva sede, la più antica ed importante produzione di gioielli, denominati ‘oro matto’, in quanto non del tutto preziosi, a partire dalla seconda metà dell’800. Fu infatti qui che fu inventato il placcato oro, una lamina per l'appunto placcata in oro, che ebbe enorme successo in tutto il mondo. Le industrie che producevano accessori, ma non solo, si consorziarono, proseguendo l’attività fino agli anni ’70. Sarebbe andato tutto perduto se nel 1998 non fosse stato ideato il museo del bijoux, che racconta con oltre trentamila pezzi la storia dell’ evolversi del bijoux, che segue in maniera molto veloce l’ evolversi del periodo storico e le relative tendenze. Proprio nel 1998 , alla chiusura dell’azienda Furlanetto di Bologna, Annarita Vitali, dopo due anni di catalogazione dei materiali,ha iniziato a produrre pezzi unici con materiali d’epoca, appunto quelli acquistati dalla ditta summenzionata. In una villetta primi’900 nascono pezzi unici tematici manufatti , tutti rigorosamente realizzati con materiali d’epoca. Si tratta di gioielli tematici, in quanto proprio dai materiali e dalla loro storicizzazione, emergono tematiche ricorrenti, peraltro non solo nel mondo del gioiello ma presenti in molte tipologie artistiche, architettura, iconografia, poesia,letteratura ecc. Interessante l’analisi antropologica e sociale che ci rivela le ragioni delle tendenze...ad esempio le conchiglie,primo ornamento dell’uomo,che ciclicamente,ma si potrebbe dire stagionalmente emergono,l’araldica,i temi naturalistici,ecc. Annarita Vitali

Parole chiave: Atelier, Moda, Accessori, Monili, Manufatti, Ornamenti, Annarita, Vitali, Bigiotteria, Bijoux, Epoca