Servizio a Riparazione tappeti persiani ed orientali

Servizio a Riparazione tappeti persiani ed orientali da farah1970 tappeti pregiati

Da: farah1970 tappeti pregiati  14/04/2011
Parole chiave: Arredamento, Mobili E Infissi, Arredamento Interni

LA PULIZIA DEI TAPPETI

I tappeti annodati a mano sono complementi d’arredo che impreziosiscono ogni  ambiente e creano un'atmosfera elegante e lussuosa nella nostra casa e nel nostro luogo di lavoro.
I tappeti sono nati per abbellire, riscaldare o semplicemente ricoprire i pavimenti, sono quindi fatti per essere calpestati. E' ovvio che la loro sorte non sia delle migliori!

Decorati con raffinati disegni, ornati dai più fantasiosi colori e tessuti a mano con pregiati filati naturali sono il meglio che il mercato può offrire. Un manufatto così pregiato rimarrà vivo e sempre nuovo con una corretta manutenzione, e ci farà compagnia per molti e molti anni.
Il tappeto annodato necessita di una puliziaquotidiana, stagionale, annuale.
Per la pulizia quotidiana o bisettimanale si consiglia il semplice aspirapolvere. Se le spazzole della testa sono abbastanza morbide, passare il vello nel verso del pelo (mai contro pelo!) , lasciando le frange che nel tempo si danneggerebbero.

Non è necessario spostare il  tappeto. Un risultato simile si ottiene con la scopa di saggina.
Eventuali residui di sporco particolare vanno rimossi con una spugna, o un panno bianco, inumidito con una soluzione tiepida di sapone neutro per indumenti delicati.

Evitare di spargere ulteriormente lo sporco sul vello e di bagnare il tappeto in profondità.
Per la pulizia stagionale (ogni tre, quattro mesi), o mensile a seconda delle esigenze, il tappeto va rovesciatoa pelo in giù”,(assolutamente non va appeso) battuto leggermente con un bastoncino per non danneggiare le trame, passato con la scopa di saggina, o calpestato sul retro per alcuni giorni. In questo modo cade sul pavimento lo sporco annidato nell'anima del pelo e nella struttura. In seguito si può detergere tutta la superficie del vello come sopra, con acqua tiepida, sapone neutro e una spugna inumidita, senza mai bagnare la lana in profondità. I colori saranno ravvivati e la lana pulita dallo sporco che la rende fragile.


Per la pulizia annuale ricordiamo che il lavaggio ad acqua è fondamentale per l'igiene, ma anche per la durata del tappeto. Infatti la lana, la seta e il cotone riacquistano la originale morbidezza e possono meglio resistere all'usura del tempo.


Le soluzioni di acqua eaceto e acqua e ammoniaca, utilizzate un tempo e ancora oggi, sono fortemente sconsigliate, perchè ossidano i colori e la lana, che si spezza più facilmente e perde le tonalità originarie.


Oggi lo smog presente nell'aria ,insieme allo sporco domestico e ai fumi quotidiani, crea nel vello di lana una patina di grasso scuro. Questa patina è  difficile da rimuovere, ottunde i colori, irrigidisce (“incolla”) l'anima del tessuto e impedisce al tappeto di respirare.

Si consiglia perciò un lavaggio ad acqua con detergenti specifici, efficaci, ma delicati, presso un laboratorio specializzato intappeti orientali. Non rivolgersi ad una normale tintoria.


Solitamente i tappeti nuovi vanno lavati ad acqua, ma è bene prima informarsi bene dal rivenditore, se il pezzo acquistato sopporta tale procedimento.

I tappeti vecchi e antichi vanno lavati ad acqua, o a secco in casi di particolare delicatezza e fragilità.


Per rendere più lucidi e brillanti i colori di un tappeto, si può passare la superficie del vello con foglie di tè precedentemente bagnate e tamponate per non rilasciare troppa acqua. Il procedimento richiede cura, per creare un effetto omogeneo e naturale.

ATTENZIONE: evitare l'uso di candeggina, ammoniaca, schiume e altri materiali acidi come gli smacchiatori in commercio,  perchè danneggiano sicuramente i colori e la lana.


ATTENZIONE
: nel caso di tappeti antichi, d'antiquariato e da collezione è bene informarsi presso il rivenditore, o persona competente.


ATTENZIONE
: non usare MAIacqua, ammoniaca, aceto bianco, schiume o polveri bianche che si vendono nei supermercati, perchè il vostro tappeto dopo 3-4 mesi perderà la brillantezza e il fascino dei suoi colori.

Alcune macchie superficiali sono facilmente asportate da una leggera spazzolatura (con spazzola per abiti) con sapone neutro o shampoo diluiti.
Se il vostro tappeto si è macchiato con  bevande o alimenti, la prima cosa da fare è togliere i residui di sporco delicatamente, dopodiché è bene mettere della carta assorbente bianca sulla macchia e versare sulla parte sporca un po’ di acqua gassata o acqua e sapone,  subito  tamponare la parte umida e lasciare asciugare possibilmente al sole.
Una soluzione molto efficace è costituita da tre cucchiai di alcool in un litro d’acqua. E' indicata per le macchie di succo di frutta, di erba, di cioccolato e per quelle più resistenti e più scure.


Vi consigliamo di fare sempre molta attenzione a che tappeto sia ben asciutto prima di camminarci sopra.
Un altro modo per pulire i tappeti è quello di utilizzare lo shampoo proprio per i tappeti. Bisogna stare attenti a non impregnare il tappeto e aver cura di aspirare ogni residuo con l'aspirapolvere.

Consiglio 1: il tappeto deve essere lavato ogni 3-4anni, se  usato dove c'è meno passaggio. Se invece viene frequentemente calpestato, sopratutto nelle camere dei ragazzi e negli ingressi, deve  essere lavato ogni anno.


Consiglio 2
: Il tappeto va lavato in laboratori specializzati in tappeti, non in normali tintorie.


Se il vostro tappeto è di valore vi possono essere chiesti dai 30,00 € in su al metro quadro. Esattamente come per una vostra pellicciadi valore, rivolgetevi a chi sa trattarla adeguatamente e per questo lo pagate volentieri.

Il nostro è un completo servizio di lavaggio per un'efficace ed accurata pulizia di ogni tipo di tappeto annodato a mano.
Il nostro esclusivo sistema di lavaggio ad acqua può trattare qualsiasi formato, dimensione e qualità. Attraverso varie fasi riportiamo il tappeto al suo vero e antico splendore rinnovandone il colore e le fibre.

Il nostro  lavaggio passa attraverso quattro accurate fasi.

1 - Depolverizzazione del tappeto
Si utilizza un nuovo sistema meccanico per rimuovere polvere e corpi estranei dal tappeto,  frustando con delicatezza il  rovescio del tappeto.

2 - Lavaggio fronte-retro.
Il sistema permette un ottimale lavaggio da entrambe le parti, mantenendo la posizione orizzontale, per evitare quelle ondulazione  che l’azione meccanica del lavaggio a secco può creare e che rovinano il tappeto.
Vengono utilizzati detergenti enzimatici che mantengono la brillantezza e lo splendore dei colori, eliminando la presenza di sporcizia e acari.
Eseguiamo inoltre con molta cura su richiesta trattamenti che eliminano “eventuali inconvenienti” che possono accadere tra le mura domestiche.

3 -Strizzatura del tappeto
Dopo averlo ben lavato e risciacquato, passiamo il tappeto sotto dei mangani a pressione, che riducono la percentuale di acqua pettinando nello stesso tempo il vello.

4 -Asciugatura del tappeto
Se provvedete da soli al lavaggio del tappeto, l’asciugatura sarà un’operazione alquanto complessa. L’ideale è avere uno spazio all’aperto sul quale poggiare il tappeto dal rovescio  e far sì che si asciughi esposto all’aria e al sole.
Dopo il lavaggio professionale invece il tappeto viene chiuso nella camera di deumidificazione, dove si controlla costantemente la temperatura e il livello di umidità .

Galleria farah1970 offre un servizio competente e professionale di lavaggio per tappeti e arazzi, impiegando solo i migliori prodotti del settore, capaci di ottenere i migliori risultati di lavaggio e valorizzando la  luminosità e la morbidezza della lana.

Il titolare Dr. Javid Saeid è dal 12/09/2009 Consigliere dell'Associazione Nazionale , in base ai requisiti professionali richiesti dallo Statuto.

Parole chiave: Arredamento, Arredamento Classico, Arredamento Interni, Mobili E Infissi, Tappeti, Tappeti Moderni, Tappeti Orientali, Tappeti Persiani

Contatto farah1970 tappeti pregiati

Email

Stampa questa pagina

Altri prodotti e servizi per farah1970 tappeti pregiati

02/03/2011

kilim 90x60 cm mongolia

Kilim/Kelem I kilim, gelim in persiano o karamani in turco,dalla regione dell'Anatolia detta Karaman, sono fatti in pura lana di un tessuto piatto senza nodo che utilizza la tecnica della trama e dell'ordito in modo decorativo ed espressivo. Solitamente non hanno un dritto e un rovescio. E' una lavorazione antica che risale al V millennio prima di Cristo, alla fine del periodo neolitico anatolico, e che verosimilmente eredita il repertorio iconografico delle pitture murali. Sono diffus