test intolleranze alimentari

test intolleranze alimentari da ALIFARMA del Dott. Masoud Ali

Da: ALIFARMA del Dott. Masoud Ali  09/12/2014
Parole chiave: Diagnosi, Obesità, Test

Un numero sempre crescente di persone soffre di intolleranze alimentari, causate principalmente da cambiamenti delle abitudini alimentari, stress, uso di alcool, fumo, inquinamento ambientale. Il fenomeno delle intolleranze alimentari può provocare alterazioni a carico di qualsiasi organo; in particolare la mucosa intestinale, responsabile dell’assorbimento dei nutrienti, è il tessuto più colpito. Il meccanismo che genera le intolleranze è da ricercare nell'alterata reazione del sistema immunitario, che riconosce alcuni alimenti come dannosi ed estranei e di conseguenza reagisce. Anche senza saperlo potresti avere una o più intolleranze alimentari. Infatti esse possono provocare la comparsa di svariati sintomi, a volte apparentemente di scarsa importanza, come: cefalee persistenti dolore allo stomaco obesità depressione eruzioni cutanee alitosi palpitazioni cardiache alternanza di peso impossibilità a perdere peso durante diete anche drastiche. Combattere il problema significa individuare gli alimenti a noi dannosi ed eliminarli dalla nostra alimentazione per un periodo che dipende dal grado di reazione riscontrato. Nella nostra parafarmacia è possibile individuare le intolleranze alimentari tramite un test non invasivo che si effettua senza prelievo di sangue. Questo tipo di diagnostica è utilizzata da alcuni decenni in Europa e negli Stati Uniti. Si è sviluppata a partire dalle osservazioni dell’elettroagopuntura sulle variazioni del potenziale elettrico in relazione al contatto con alimenti che producono intolleranza. Il presupposto teorico fondamentale è che è possibile leggere i potenziali elettrici cellulari, tissutali e distrettuali e che dalla variazione di questi e dalla rapidità di trasmissione dello stimolo elettrico è possibile ricavare indicazioni sul corretto funzionamento metabolico dei distretti interessati. Il metodo permette di individuare intolleranze a svariati tipi di alimenti, oligoelementi, additivi. Tecnicamente, l'esame deve essere eseguito preferibilmente su un soggetto ben idratato, applicando un elettrodo sulla regione ungueale del dito indice. In 15 minuti circa, verranno valutate le reazioni di ipersensibilità alimentare e verranno rilevati gli alimenti da rimuovere temporaneamente, permettendo di migliorare così lo stato di benessere psico-fisico. Al cliente viene rilasciato uno stampato riepilogativo, in cui non solo vengono evidenziate le intolleranze, ma si ha anche una classificazione in diversi stadi, che identificano il livello di intolleranza e il periodo di sospensione del singolo alimento quando non tollerato. Le intolleranze alimentari non sono identificate con le allergie, non si individuano reazioni di tipo anticorpo-mediato (IGE). Per questo tipo di ricerca vanno effettuate prove allergologiche tipo RAST, Prink-Test e altre.

Parole chiave: crampi, Diagnosi, Obesità, Stipsi, tensione addominale, Test,

Altri prodotti e servizi per ALIFARMA del Dott. Masoud Ali

09/12/2014

Colesterolo, trigliceridi, glicemia

consigli su quali integratori usare per mantenere sottocontrollo il colesterolo, i trigliceridi e la glicemia e suggerimenti per diete personalizzate.