Premio all'innovazione amica dell'ambiente

Premio all'innovazione amica dell'ambiente da Green research & Design

Da: Green research & Design  22/12/2006
Parole chiave: Impianti Fotovoltaici, Soluzioni Di Risparmio Energetico, Progetto Cai Energia 2000

Il CAI a partire dal 2002, col progetto CAI Energia 2000, ha intrapreso una serie di interventi pilota di riqualificazione dei rifugi nel settore energetico, che comportano una riduzione o eliminazione dell’utilizzo dei gruppi elettrogeni alimentati a combustibili fossili. L’attività di riqualificazione è iniziata con sopralluoghi ai rifugi per rilevare le condizioni gestionali delle strutture, le loro necessità energetiche e le risorse disponibili e potenzialmente sfruttabili. Lo studio associato Green research Design ha quindi potuto procedere all'ingegnerizzazione dei sistemi ibridied infine elaborare i progetti esecutivi che le 3 regioni Veneto, Piemonte e Valle d’Aosta hanno deciso di finanziare, anche grazie a fondi europei. La peculiarità ed il carattere innovativo degli interventi consiste proprio nel fatto che si tratta di sistemi ibridi a isola, collegati in AC in grado di garantire l’approvvigionamento energetico in zone non connesse alla rete elettrica. In tali sistemi, impianti di diverso tipo (fotovoltaici, idroelettrici, cogeneratori, eolici, e generatori “tradizionali” – questi ultimi già presenti all’inizio del progetto) “collaborano” e si integrano in maniera da fornire in qualunque istante la quantità di energia necessaria al rifugio, dando sempre priorità allo sfruttamento delle risorse rinnovabili. L’utilizzo dei sistemi tradizionali di produzione di energia elettrica tramite generatori alimentati a gasolio già presenti nei rifugi viene ridotto al minimo e mantenuto solo in caso di emergenza o quando il resto del sistema alimentato da fonti rinnovabili non è in grado di garantire tutta l’energia necessaria al rifugio. Il campo fotovoltaico ed il parco batterie sono stati dimensionati per sopperire al fabbisogno dei carichi primari: i punti luce, i refrigeratori ed i potabilizzatori. Gli impianti fotovoltaici sono stati progettati con la massima attenzione al contesto in cui sarebbero stati installati e sono state impiegate le più moderne tecnologie disponibili sul mercato per ottenere la migliore integrazione del nuovo impianto con gli edifici esistenti. Ai sistemi così concepiti, a seconda delle risorse disponibili, sono state integrate piccole turbine idroelettriche o generatori eolici ad asse verticale. Si tratta, come appare evidente, di un’integrazione sofisticata, implementata con l’apporto di sistemi di comunicazione, regolazione e controllo a distanza basati su tecnologia CAN, che permette di gestire autonomamente le funzioni del rifugio tramite un’interfaccia di facile utilizzo, in grado di visualizzare i bisogni energetici della struttura e lo stato di funzionamento.In sintesi i dati del progetto sono i seguenti: Numero totale di rifugi coinvolti nel progetto = 38 * 18 in Veneto (di cui 2 sono stati realizzati con risorse al di fuori del progetto iniziale); * 10 in Piemonte; * 10 in Valle d’Aosta. Potenza complessiva installata: * impianti fotovoltaici = 77 kWp; * impianti idroelettrici = 17,5 kWp; * impianti eolici = 1,5 kWp; * cogeneratori ad olio vegetale = 258 kWp Costo complessivo del progetto = € 4.783.459,32Finaziatori: Comunità Europea, Regione Veneto, Regione Piemonte, Regione Valle d’Aosta, CAI (sede centrale e sezioni periferiche)Ultimazione prevista del progetto: fine 2006 – inizio 2007

Parole chiave: Impianti Fotovoltaici, Progetto Cai Energia 2000, Soluzioni Di Risparmio Energetico,

Contatto Green research & Design

Email

Stampa questa pagina