Etichettature

Etichettature da Herboplanet

Da: Herboplanet  09/01/2009
Parole chiave: Integratori Alimentari

 La HERBOPLANET s.r.l. mette sui prodotti etichette riportanti tutte le caratteristiche degli ingredienti per fare chiarezza sulle sostanze usate e portare alla conoscenza dei consumatori la qualità dei prodotti.   Nei prodotti che sono in forma solida (compresse, tavolette, polveri) la Herboplanet indica, per ogni singola pianta, il nome volgare, il nome botanico e la parte utilizzata della stessa; se si tratta di estratti secchi, indica in quale principio la pianta è titolata e la percentuale della titolatura, oppure il contenuto in principio attivo per compressa o per dose giornaliera [es. Ingredienti: estratto secco (oppure l’abbreviazione “E.S.”) di radice di Echinacea (Echinacea angustifolia) titolata al 4% in echinacosidi]. Ciò rende ben chiara l’etichetta al consumatore ed è indice di trasparenza.   Nei prodotti liquidi in soluzione idroalcoolica l’azienda indica sempre nelle proprie etichette il rapporto d’estrazione (R.E.), ovvero il rapporto fra pianta usata e prodotto ottenuto. Per le T.S.A. il rapporto d’estrazione è di 1 su 5 (R.E. 1:5) ovvero da ogni chilo di residuo secco di pianta si ottengono 4 litri di T.S.A.. La Herboplanet s.r.l. mette il rapporto d’estrazione all’inizio, subito dopo la scritta ingredienti e ciò per sottolineare che tutto il prodotto è composto da ingredienti con tale rapporto d’estrazione, se tale scritta fosse messa dopo (es. Ingredienti: alcool, acqua, soluzione idroalcoolica 1:5 di .....) l’etichetta non sarebbe altrettanto chiara e potrebbe lasciare nel consumatore delle perplessità sull’effettiva concentrazione del prodotto. Nei prodotti ove vi è una presenza di oli essenziali, questi sono stati ottenuti secondo il metodo Spagyrico per ottenere una Quintessenza e quindi l’olio essenziale (principio sulfureo nella Quintessenza) è purificato e ricco in sali volatili della pianta usata per ottenerlo.

Parole chiave: Integratori Alimentari