EFC uni vvf 9494 en 12101 parte 2

Da: COMTRA ITALIA S.R.L.  05/10/2008
Parole chiave: Installatori, Impianti Antincendio, Automazione

Cosa chiede la norma UNI 9494 Il paragrafo 4 della norma UNI 9494 fornisce le definizioni. Il paragrafo 5 descrive come formare il sistema. Il singolo efc deve essere dotato di un dispositivo che in caso di incendio, con propria energia, provoca l'apertura automatica. (4.6 e 5.3.1) Se è presente un impianto di spegnimento a gas l'impianto efc si apre solo da posizione lontana (5.3.5.) per cui il dispositivo a bordo di ogni efc è disattivato o manca. Il gruppo di efc di ogni compartimento deve essere aperto a distanza, a mano o in automatico (4.7., 4.8., 5.3.1., 5.3.2., 5.3.3. e 5.4.1.). L'energia deve essere autonoma. Di conseguenza gli efc di un compartimento devono essere connessi, e il gruppo sarà aperto dal basso. L'apertura da posizione remota deve essere presente. E' quella più importante perché corrisponde al calcolo fatto per evacuare fumo e calore da quell'ambiente. E' possibile utilizzare gli efc anche per ventilare in modo naturale gli ambienti protetti. Tipi di Comandi esistenti La norma prevede, per il comando a bordo dell'efc, un elemento sensibile alle variazioni d'ambiente causate dall'incendio che, con energia propria, fa spalancare l'efc. Una dizione “aperta” a diversi tipi di elementi sensibili. A tutt'oggi si usa quasi solo l'ampolla di vetro con all'interno alcool. L'ampolla è un distanziatore che a 68° C (o 93°C o 141° C) si frantuma. Una molla aziona lo spillo che fora il diaframma di una piccola cartuccia di CO 2 posta vicino. L'apertura dell'efc avviene tramite uno, o una coppia, di cilindri pneumatici che spalancano l'efc. Comando remoto Può essere: Elettrico 1E: un dispositivo pirotecnico, raggiunto da corrente a 24V CC, tramite l'ampolla che libera la CO 2 dalla cartuccia. Si apre l'efc. Devo salire a richiudere l'efc. Devo salire e sostituire dispositivo pirotecnico, ampolla, cartuccia. Elettrico 2: un magnete, raggiunto da corrente a 24V CC, rompe l'ampolla che libera la CO 2 dalla cartuccia. Si apre l'efc. Devo salire a richiudere l'efc. Devo salire e sostituire ampolla e cartuccia Pneumatico1: un tubo rame f 8 mm raggiunge gli efc del gruppo. Al piede apro la bombola di CO 2 che raggiunge il cilindro pneumatico dell'efc e lo spalanca. Devo salire: a richiudere l'efc Pneumatico2: un doppio tubo rame f 8 mm raggiunge gli efc del gruppo. Al piede apro la bombola di CO 2 che con il tubo di sinistra , attraversata la stazione di comando aria/CO 2 , raggiunge gli efc, li spalanca, li blocca. Non devo salire a richiudere gli efc, lo faccio dalla stazione di comando pervio un facile resettaggio. Come scegliere e perché Tutti i tipi di comando sono regolari e funzionali. La scelta logica è legata alla facilità di manutenzione, alla rapidità di ripristino e di richiusura degli efc spalancati, ai costi complessivi di impianto e manutenzione. Pochi numeri per aiutare la scelta: un impianto finito da 40 fino a 50 efc (con assistenza muraria compresa) costa da 80.000 a 100.000 €. Chiavi in mano. Se il capannone è di 8.000- 10.000 m2 si vede che il costo è di 10 €/m2. Caso elettrico 1 Cambiare detonatore/ampolla/cartuccia può costare 100€ per efc. I detonatori hanno una vita breve, da 2 fino a 3 anni. Il costo annuale di una manutenzione non copre il rischi odi una apertura antincendio “involontaria”. Questa, se non piove, può costare dai 4.000 ai 5.000 € e richiedere un tempo d'intervento lungo. Caso elettrico2 Cambiare ampolla e cartuccia può costare 50 € per efc. I magneti si resettano e non si cambiano come i dispositivi pirotecnici. Gli inconvenienti del primo caso permangono. I magneti costano più dei dispositivi pirotecnici. Caso pneumatico1 Ampolla e cartuccia di CO 2 restano integre. Si cambia solo la bombola al piede. Si deve risalire per richiudere. Il tubo rame ha costi leggermente superiori al filo elettrico. Caso pneumatico 2 Ampolla e cartuccia CO 2 restano integre. Si cambia solo la bombola al piede. Si richiude dal basso. Si può utilizzare per ventilazione giornaliera Conclusione Il comando elettrico è idoneo per pochi efc facilmente raggiungibili. Per impianti con 10 efc e oltre conviene passare ai comandi pneumatici.

Parole chiave: Automazione, Contratti Di Manutenzione, Cupole, Cupolino Evacuazione Fumo Calore Uni En 12101 2 Vvf 9494, Cupolino Finestra Lucernario Sporgere Vasistas Wasistas Efc Evacuatore Evacuazione Fumo Calore Uni E, Desenfumage, Efc Economico Vi Scontiamo I Preventivi Dei Concorrenti, Efc Evacuatore Fumo Calore, Efc Evacuatori Fumo E Calore, Evacuatore Fumo, Evacuazione Fumo, Impianti Ad Aria Compressa, Impianti Antincendio, Impianti Con Tubo Di Rame, Installatori, Manutenzione Efc, Prodotti A Norma, Prodotti A Norma Uni En12101 2 Uni Vvf 9494 Economici,