Blocchi cassero vari formati

Blocchi cassero vari formati da SmartBlockPlus By Ceramiche Bernini srl

Da: SmartBlockPlus By Ceramiche Bernini srl  23/01/2009
Parole chiave: Risparmio Energetico, Materiali Da Costruzione, Casa Passiva

 La casa passiva e gli edifici in categoria "A" Iniziamo con una doverosa premessa: in Italia, abbiamo un primato, oltre a svariati altri di cui fregiarci: il patrimonio edilizio più obsoleto d'Europa. I risultati di questa realtà sono, lasciando in secondo piano gli aspetti estetici, enorme dispendio/spreco di energia, in un particolare momento, in cui tutte le Nazioni del mondo si stanno muovendo con la consapevolezza che la base, per poter continuare a vivere in maniera confortevole e nel contempo risparmiare, consiste nella maniera di costruire.Tale affermazione significa: tipologia di materiali, sistemi oggi consentiti dalle tecniche costruttive all’avanguardia come le  isolanti casseforme per calcestruzzo di polistirene espanso in blocchi cassero "a perdere" EPS SmartBlockPlus ™ o ICF, sensibilizzazione alla “posizione” dell’edificio da erigere e tutta una serie di aspetti che qui, per motivi ovvi, non possiamo elencare. Relativamente a ciò sopra esplicato, “parlano” le cifre, che pochi conoscono ed infine un importante protocollo, cui hanno aderito, a livello Mondiale quasi tutte le Nazioni: Kyoto, firmato il 16 febbraio 2005.In quella Sede, è stato siglato un accordo in cui tutti i partecipanti si sono impegnati nel ridurre i consumi energetici, sapendo che, diversamente, si rischia fortemente di rimanere senza materie prime, ovvero…la fine della vita sulla Terra. Questa diminuzione ha, naturalmente una precisa data di scadenza. Tale preambolo per comprendere il significato dell’attenzione che ad oggi è doveroso possedere, quando ci si appresta a progettare e quindi edificare un nuovo edificio o a ristrutturarne uno esistente. Obiettivo: ridurre le emissioni di CO2 degli edifici (consumo energetico in kWh per mq/anno). Esistono case in categoria A-B-C-D-E-F-G. Solitamente è nella tradizione, in Italia, edificare (nuovo) in “D”/”E”, se non addirittura in classi inferiori.CERAMICHE BENINI S.r.L by EPS SmartBlockPlus ™ o ICF ha deciso, per convinzione nei principi sopra espressi e per dimostrare ai propri committenti la bontà e veridicità di questi sistemi costruttivi modulari ,tecnologia già riscontrata nel mondo da oltre 50 anni utilizzando nelle costruzioni delle case passive “intelligenti Zero Energy”EPS SmartHausPlus ™   a risparmio energetico l’ innovativa tecnologia costruttiva casseforme per calcestruzzo di polistirene espanso in blocchi cassero "a perdere" EPS SmartBlockPlus ™ o ICF, di edificare  e coinvolgerei principali  attori del settore edile a risparmio energetico  come progettisti ed imprese aperte a recepire l’ innovazione delle tecnologie costruttive. Le Case Passive“intelligenti Zero Energy”EPS SmartHausPlus™  a risparmio energetico sono edifici nei quali il bisogno di calore da riscaldamento è cosi ridotto da poter fare a meno dei tradizionali metodi di riscaldamento.Chi sceglie di vivere in una casa passiva “intelligenti Zero Energy”EPS SmartHausPlus™   a risparmio energetico, non avrà solo un chiaro vantaggio economico in termini di costi di mantenimento (estremamente ridotti) ma dimostrerà di essere una persona responsabile e consapevole delle gravi problematiche ambientali causate da anni ed anni di incontrollate e dissennate emissioni velenose.La Casa Passiva“intelligenti Zero Energy”EPS SmartHausPlus ™  a risparmio energetico offre molto spazio per le esigenze individuali di allestimento. Ancora pochi anni addietro, per utilizzare l'energia solare, ci si doveva rassegnare ad accettare delle limitazioni architettoniche: una serie di sviluppi successivi in materia d’isolamento, d’infissi ed aerazione han fatto sì che oggi l'energia solare e la libertà di allestimento, non siano più in contrapposizione fra loro. Inoltre, grazie al fatto che gli investimenti sono molto più bassi rispetto a quelli di un sistema di riscaldamento tradizionale e grazie agli incentivi statali, l’impegno economico complessivo è ormai fortemente competitivo con i costi di una casa “tradizionale” in laterizio e blocchi di cemento. L'areazione in una Casa Passiva = ZERO ENERGY” Intelligente” EPS SmartHausPlus™  Uno dei punti salienti di una casa passiva è l'areazione. Attraverso la normale ventilazione che si ottiene aprendo le finestre, in una casa tradizionale si disperde molto calore. D'altra parte, per il benessere degli abitanti è necessario un continuo ricambio d'aria all'interno di un'abitazione. Nelle case passive questo si ottiene attraverso un impianto di areazione con riciclaggio di calore, riducendo così la dispersione termica di oltre l'80%.Con un impianto di areazione con riciclaggio di calore, l'aria fresca che arriva dall'esterno viene fatta passare attraverso uno scambiatore di calore, che assorbe calore dall'aria di scarico e lo trasferisce all'aria in ingresso. L'efficacia di questi dispositivi è tale che, con una temperatura dell'aria in ingresso di 0° ed una temperatura dell'aria in uscita di 20°, si riesce ad ottenere aria ad oltre 16° che andrà a confluire all'interno dell'abitazione. Se poi l'aria in ingresso viene fatta passare attraverso tubazioni sotterranee poste ad una profondità di circa 3-4 metri, si ottiene in inverno un ulteriore guadagno di qualche grado, tanto più importante quanto maggiore è il freddo all'esterno. Quando la temperatura dell'aria esterna è di -10°C, il passaggio attraverso le condutture sotterranee la porta a circa 6°C prima di arrivare allo scambiatore di calore, che riesce quindi a portare l'aria ad una temperatura di circa 20°C senza bisogno di ulteriori fonti energetiche.Areazione con scambiatore di calore: le principali obiezioniQuesto sistema, diffusissimo in nord Europa, in Italia è ancora poco conosciuto. Alcuni obiettano che l'energia assorbita dalla ventilazione forzata possa vanificare il risparmio energetico. In realtà, con uno scambiatore di calore a norma di casa passiva, si recupera 10 volte circa l'energia consumata dall'impianto. Per questo scopo gli impianti moderni utilizzano ventilatori monofasi analoghi a quelli utilizzati dai personal computer, con un assorbimento di meno di 30 watt.Certo, per ottenere il massimo del rendimento è importante poter disporre l'impianto quanto più possibile al centro dell'abitazione, così da limitare la lunghezza delle tubazioni dell'areazione e quindi l'energia necessaria alla ventilazione.

Parole chiave: Blocco Cassero, Cappotto Termico, Casa Passiva, casa passiva ad risparmio energetico, casseri eps, casseri termoacustici, costruzioni portanti in c.a, Isolamento A Cappotto, la casa passiva in europa, Materiali Da Costruzione, Risparmio Energetico, solaio eps,

Contatto SmartBlockPlus By Ceramiche Bernini srl

Email

Stampa questa pagina