NOVITA' NEL PRERISCALDO SIVIERE TRASPORTO METALLO

NOVITA' NEL PRERISCALDO SIVIERE TRASPORTO METALLO da Gennari Carlo FORNI e FUSIONI

Da: Gennari Carlo FORNI e FUSIONI  31/01/2009
Parole chiave: Ricaldo Siviere Trasporto Metallo Liquido, siviere trasporto metallo liquido,

  Il ciclo metallurgico in fonderia è composto da un insieme di operazioni alcune delle quali quasi completamente     meccanizzate che, pena la generazione di pezzi scarti, deve essere ripetuta costantemente con i medesimi parametri tra i     quali: qualità della lega di alluminio, dei suoi trattamenti,  tempi e naturalmente temperature.    La disponibilità di sempre più “automatici” forni fusori  permette ai fonditori l’ottenimento di un metallo “perfetto” per la   propria colata, a temperatura corretta, quindi non troppo alta  (formazione di ossidi, creazione di inclusioni gassose,    aumento dei cali di fusione, perdita di alcuni alliganti, minor  vita dello stampo,ecc ) e non troppo bassa ( limitata    scorrevolezza, disomogeneità strutturale, ecc).    Fondamentale quando si deve trasferire il metallo dal forno fusorio ai forni di attesa con “pit-stop” in degasaggio, poter    utilizzare una siviera perfettamente riscaldata cioè a temperatura costante ( omogenea) e controllata ( con un minimo range di    variazione).   La nuova unità di preriscaldo HOTLAD 97.42 Viene perfettamente incontro a tutte le esigenze delle fonderie in termini di : sicurezza, semplicità, completezze ed economicità dell’investimento coniugato con un basso consumo energetico. Qui non si tratta del classico “uovo di Colombo”, questa soluzione è infatti frutto della pluridecennale esperienza dello studio di progettazione PGM Pozzi Guido Macchine (BG) che ha al suo attivo un ampio ventaglio di realizzazioni ovunque vi sia riscaldo in fonderia ( es. preriscaldo stampi e conchiglie, riscaldo filtri, ecc.) .  La nuova unità HOTLAD 97.42 è facilmente posizionabile in qualsiasi punto della fonderia sia per il suo ridotto ingombro sia perché viene fornita “premontata” e già corredata con le specifiche indispensabili barriere di sicurezza dotate anche di adeguati pannelli ignifughi. Queste barriere sono in grado di preservarla a 360°C e quindi l’unità può essere posizionata non solo a parete ma anche senza problemi al centro di un’area operativa. Anche la sua installazione e messa in marcia è un’operazione molto semplice, PGM fornisce preventivamente le indicazioni di dove la fonderia deve posizionare la fonte della corrente elettrica, gli attacchi gas ed aria : i collegamenti avvengono in pochi minuti e l’unità HOTLAD 97.42 è pronta a prestare il suo prezioso servizio. Anche la gestione da parte dell’operatore è facilissima, sia per la determinazione del set-point ottimale per il ciclo di riscaldo sia per la sua eventuale variazione.          Caratteristiche tecniche della HOTLAD 97.42       potenza del bruciatore: da 60.000 a 180.000 Kcal/h      dimensioni della siviera : su richiesta del cliente       tipologia di movimentazione coperchio e suo disegno : in funzione delle esigenze della fonderia        accensione del bruciatore: automatico        spegnimento del bruciatore: automatico        gestione bruciatore e relativa temperatura: tramite sonda e termoregolazione        centralina multifunzionale di comando gestita da microprocessore. Per tutte le funzioni di lavoro del     bruciatore ed il suo post-lavaggio al termine del funzionamento. Controllo di pressione  gas ed aria.           Vantaggi offerti dalla HOTLAD 97.42   facilissima gestione da parte dell’operatore che effettua il prelievo. Molto semplice anche l’impostazione della temperatura di ciclo e facile variazione della temperatura di set – point  ridotti tempi per il raggiungimento della temperatura ideale della siviera unità premontata con protezione antinfortunistica lungo tutto il perimetro come da normativa CE facilità di installazione e di suo spostamento bassi consumi energetici in quanto i bruciatori utilizzano aria compressa e gas a bassa pressione. Si ottiene quindi una efficientissima combustione : consumi di metano da 8,5 a 15 m3/h ; consumi di aria compressa da 85 a 150 Nm3/h ; consumi di energia elettrica 0,5 Kw sicurezza : una specifica valvola, comandata da una termocoppia, blocca l’erogazione di gas in caso di accidentale spegnimento della fiamma   Naturalmente Certificazione della idoneità alle normative CE ed approfondito libretto di istruzione sono il corredo di questa “soluzione integrata” riscaldo siviere.   Novità Oltre a quanto già illustrato va detto che l’operatore può facilmente verificare il raggiungimento della temperatura ottimale e quindi può passare direttamente al posizionamento della siviera in zona di prelievo presso il forno fusorio, sicuro di impiegare una siviera a temperatura controllata. Il coperchio dell’unità HOTLAD 97.42 , specificatamente realizzato per non disperdere il calore grazie alle fasce termoisolanti in fibra ceramica applicate lungo il suo perimetro, può accettare anche siviere con dimensioni non perfettamente identiche. All’atto dell’analisi delle esigenze del cliente PGM compie una analisi dell’intera problematica di riscaldo della fonderia consigliando le migliori soluzioni tecnico/economiche.

Parole chiave: Ricaldo Siviere Trasporto Metallo Liquido, siviere trasporto metallo liquido,