Bosch al Motorshow 2006

Da: Robert Bosch S.p.A.  05/12/2006
Parole chiave: car service, Automotive Aftermarket

Finalmente Bosch Primo Equipaggiamento si "svela" al grande pubblico in occasione del Motor Show 2006. Lo fa con un modello in plexiglas della Fiat Grande Punto, vettura di successo della Casa torinese che incorpora fino a 1.000 Euro di tecnologie Bosch e Blaupunkt.Quando si parla di Divisione Automotive le persone molto spesso si chiedono: „Ma dove sono posizionati questi componenti e come sono fatti?". Curiosità esaudita. Un modello in scala 1:1 fa vedere proprio tutto. La Divisione Automotive al completoNel 2005 questo Settore del Gruppo ha realizzato un fatturato di 26,3 miliardi di Euro. Sono circa 158mila i collaboratori impegnati in questo settore. Nel 2005 Bosch ha investito in ricerca e sviluppo quasi il 10% del fatturato la Divisione Automotive, percentuale di gran lunga superiore alla media in questo settore industriale. Dati 2005 :-Dipendenti157.950-Fatturato26.313 Milioni di Euro-Investimenti2.306 Milioni di Euro-Investimenti in RS2.538 Milioni di Euro Si comincia dalla Divisione Chassis Systems capace di sviluppare un sistema frenante completo e di ottimizzare l'applicazione degli impianti frenanti Bosch, in modo da perfezionare le prestazioni del sistema. Fiore all'occhiello di questa Divisone è l'ESP(r) (Programma Elettronico di Stabilità) che, nel caso della Grande Punto, offre funzioni aggiuntive quali l'Hill Hold Control che aiuta per le ripartenze in salita. Mission: Sicurezza. La Charta Europea per la Sicurezza StradaleIl Gruppo Bosch ha sposato la causa della sicurezza stradale da sempre, ma in particolare ed in modo più concreto il 6 aprile 2004, insieme ad altre 38 aziende ed associazioni, ha sottoscritto, a Dublino, la Charta Europea per la Sicurezza Stradale. Questo è un documento che coinvolge aziende, associazioni ed altri gruppi di lavoro che si sono posti l'obiettivo di dimezzare, entro l'anno 2010, il numero delle vittime sulle strade nell'Unione Europea, con una riduzione da 50mila a 25mila.Con la sottoscrizione della Charta Europea, Bosch ha assunto il compito di intensificare la divulgazione dei vantaggi offerti dal Programma Elettronico di Stabilità ESP(r) nell'autoveicolo e di promuoverne la diffusione.Nell'Unione Europea, nel 2005 circa il 40% degli autoveicoli di nuova immatricolazione è dotato del sistema di sicurezza ESP(r), quota che Bosch si prefigge di aumentare, entro il 2010, al 50%. L''Azienda offre alle case automobilistiche corsi per concessionari, affinché questi possano disporre di tutti gli argomenti validi per convincere il cliente finale dei vantaggi offerti dall'ESP(r).Il tema Sicurezza viene affrontato al Motor Show in modo deciso. All'interno del comprensorio fieristico Bosch comunicherà con i giovani grazie alla conosciuta tecnologia Bluetooth e li inviterà, grazie ad un simpatico spot, a provare di persona l'ESP presso la pista 44. Test dell'alce ed evitamento dell'ostacolo con la Grande Punto di Fiat. Oltre a ciò, all'interno dello stand Bosch, il simulatore ESP(r) in 3D, tappa ormai obbligata per i giovani habitué del Salone bolognese. Grazie a questa stazione interattiva che simula diversi percorsi "pericolosi", il pubblico prova letteralmente la sensazione di essere a bordo di una vettura dapprima senza ESP(r) e poi equipaggiata con questo importantissimo sistema. Bosch vuole lanciare messaggi chiari ai giovani: assicurati che la tua vettura abbia l'ESP(r), è un dispositivo che può davvero salvare la vita. La Divisione Gasoline Systems, relativa ai sistemi benzina, fornisce sistemi completi, sia ad iniezione diretta sia indiretta, aspirati e sovralimentati. Per i motori ad iniezione diretta la componentistica idraulica comprende componenti analoghi a quelli dei sistemi diesel (tra cui pompa ad alta pressione, rail, iniettori) che lavorano però con valori di pressione più bassi, intorno ai 200 bar. Componenti forniti da Bosch per i motori benzina sono anche le centraline motore e relativo supporto, i moduli di aspirazione in plastica con relativa sensoristica, corpo farfallato motorizzato, valvola recupero vapori benzina, bobine di accensione, sonde Lambda.Componenti comuni delle versioni diesel e benzina sono poi i misuratori di portata aria (debimetri), i moduli pedale acceleratore (con potenziometro di posizione leva integrato) e i gruppi di alimentazione carburante (cestello con pompa elettrica di prealimentazione a bassa pressione immersa nel serbatoio). La Divisione Diesel Systems fornisce anch'essa prevalentemente sistemi completi, costituiti da componenti idraulici, centraline elettroniche di controllo motore, sensori, regolatori e misuratori, gruppi di alimentazione carburante. In particolare il sistema di iniezione diretta Common Rail, con tutte le sue evoluzioni generazionali, è costituito da componenti idraulici quali pompa ad alta pressione, rail, iniettori, sensori e regolatori di pressione. I componenti di controllo sono la centralina elettronica, il debimetro (misuratore di portata aria), il sensore di pressione dell'aria (condotto di aspirazione), i sensori allo scarico (sonda Lambda e sensore di pressione sul filtro anti-particolato per alcune versioni), candelette di preriscaldamento e relativa centralina. La Divisione Energy Body Systems realizza sistemi per la produzione, la distribuzione e l'utilizzo ottimale di energia. Ciò viene fatto attraverso sistemi di alta qualità quali motorini di avviamento ed alternatori. A questi si aggiungono i sistemi tergi. La Divisione Car Multimedia, grazie alla sua consociata Blaupunkt, offre tecnologie sofisticate per una sempre migliore ricezione dei segnali digitali nell'autoradio, con la stessa qualità di suono dei CD. Inoltre, i navigatori satellitari sono sempre più accessibili all'automobilista attraverso i nuovissimi modelli della gamma TravelPilot (Lucca 5.2 e Lucca 3.3). La Divisione Automotive Electronics. I prodotti commercializzati e sviluppati sono sistemi relativi all'assistenza alla guida e alla sicurezza passiva. Tra i successi di questa Divisione rientrano il Parlpilot, il sistema a sensori che assiste la manovra di parcheggio, il sensore pioggia e crepuscolare che aziona e regola tergicristalli e fari automaticamente, nonché un sistema che attraverso uno schermo, supporta la visione notturna durante la guida segnalando ostacoli e pericoli. La Divisione Automotive Aftermarket è relativa, invece, ai ricambi originali di primo equipaggiamento.

Parole chiave: Automotive Aftermarket, car service,

Contatto Robert Bosch S.p.A.

Email

Stampa questa pagina