Aprire un centro ufficio o ampliarne uno esistente con finanziamenti agevolati?

Da: Ufficiarredati.it  13/02/2008

Con il mese di febbraio parte una nuova iniziativa del portale Uffici Arredati, l'Incubatore dei Centri Uffici-On-Line. Ma cos'è e di cosa si tratta? L'idea è quella di poter aiutare a creare un’impresa (o ad ampliarne una esistente) attorno ad un’idea: quella di costituire un’azienda con oggetto la gestione di uffici arredati o anche semplicemente la gestione di servizi di segretariato telefonico. Il presupposto è l'attivazione di un servizio completamente gratuito curato da Lucia Piccolo, responsabile di Management Service di Lecce e da ufficiarredati.it , che con segnalazioni gratuite di bandi, aiuti, sostegni, fondi, finanziamenti per quel settore imprenditoriale dei servizi alle imprese rappresentato da un Business center, fornisce una soluzione per affrontare le numerose difficoltà che un'impresa trova davanti a sé nel campo della ricerca e approvvigionamento dei finanziamenti agevolati nazionali, europei e regionali. Periodicamente sul blog di uffici arredati, saranno fornite informazioni su bandi in essere, nuove risorse stanziate, una sorta di circolare informativa a cadenza mensile in genere il 15 esimo giorno del mese. Per poter ricevere queste utili e gratuite informazioni si può inviare un'email di richiesta iscrizione alla newsletter a [email protected] . Le formule previste dall’ incubatore di Centri uffici on-line sono due:- un primo orientamento on line sugli incentivi fruibili in relazione alla tipologia della propria impresa, alle spese di investimento programmate e al territorio d’appartenenza reso a titolo completamente gratuito, previo contatto telefonico al numero 800 090 130 (tempo di risposta previsto entro 7 gg. dalla richiesta). In questa sede verranno dati dei pareri di massima intorno alla fattibilità e alla riuscita del progetto.- un secondo step a pagamento di istruttoria ed elaborazione del business plan on line per vedere finanziato il proprio progetto. Il costo del servizio prevede due voci: un rimborso spese e una percentuale sul finanziamento ottenuto. L'entità del rimborso spese e della percentuale varia in relazione alla legge di riferimento, alla complessità del progetto e al livello di investimenti previsti. Il rimborso spese iniziale può oscillare da 400 a 3 mila Euro, mentre la percentuale può variare dal 2% al 5% e va riconosciuta soltanto se il progetto viene approvato.