ISO 5 con un flusso laminare mobile per sala operatoria

ISO 5 con un flusso laminare mobile per sala operatoria da Normeditec

Da: Normeditec  23/04/2011
Parole chiave: Infezione, Infezioni Ospedaliere, Infezione Post-Operatoria,

 

Nella Clinica Universitaria di Uppsala, il tasso di infezione postoperatorio  è sceso da 5,5 % (2002) sotto 0,5 % (2005) dopo l’introduzione di un nuovo sistema di flusso laminare mobile che riduce fino a 95 % la carica batterica sul sito chirurgico e sul tavolo degli strumenti. Più di 3 anni di interventi con questa nuova tecnologia hanno confermato questo dato. In più l’ospedale utilizzando questa tecnologia è riuscito a ridurre le spese per i farmaci e ha anche risparmiato notevolmente poiché in Svezia il costo medio aggiuntivo per ogni infezione ospedaliera è stimato circa 18 mila Euro. Essendo mobile questa tecnologia può essere utilizzata immediatamente senza nessun costo di installazione. La maggior parte delle infezioni chirurgiche post-operatorie sono contratte al momento dell’operazione, quando c’è la possibilità che i microrganismi raggiungano la ferita aperta. La carica batterica nell’ambiente operatorio è dovuta principalmente alla presenza umana in quanto ogni soggetto, soprattutto in fase di attività, distribuisce nell’ambiente germi (fino a 1 milione per ora) da tutto il mantello cutaneo e dall’apparato pilifero, anche attraverso gli indumenti. (Noble W.C.: Dispersal of skin microorganism. Brit. J. Dermatol. 93: 477-490, 1975).La carica batterica in una sala operatoria convenzionale varia da 200 UFC/m3; 10 UFC/m3 sono sufficienti per provocare    un’  infezione seria (Gosden , Mac Gowan , Bannister  J.Hosp. infect 1998).

Al contrario dei sistemi d’aerazione tradizionale, Toul crea un “cappa di flusso laminare ultrapulita” tramite la filtrazione dell’ aria con i filtri Hepa senza essere ostacolato dalla testa del chirurgo o dalle lampade scialitiche riducendo fino a 95 % la carica batterica sul sito chirurgico e sul tavolo degli strumenti.

.

Una nuova arma contro i microrganismi multiresistenti e l’inefficacia della terapia antibiotica.

La maggior parte delle infezioni chirurgiche post-operatorie sono contratte al momento dell’operazione, quando c’è la possibilità che i microrganismi raggiungano la ferita aperta. Uno  studio  inglese di Whyte e coll. ha valutato che, in un intervento pulito effettuato in una sala operatoria convenzionale, il 98% dei batteri che si trovano nella ferita viene portato tramite l'aria e di questi il 70% si deposita sopratutto tramite gli strumenti chirurgici, mentre il 30 % è veicolato  direttamente. Una ricerca statunitense ha recentemente dimostrato che il 67 % delle infezioni della ferita chirurgica si manifesta dopo la dimissione del paziente.

Gli strumenti sono esposti ai microrganismi senza nessuna protezione: la maggior parte degli strumenti perde la  sterilità poco dopo l’inizio dell’intervento  perchè non investita dal flusso d’aria ultrapulito.

La conta batterica sul tavolo degli strumenti ”tradizionali” ad inizio intervento varia da 15 CFU/m3, ma già dopo un’ora si possono riscontrare valori oltre le 100 UFC/m3.  10 UFC/m3 sono sufficienti per provocareun’ infezione seria. (Gosden PE, Mac Gowan AP Bannister, GC  J. Hosp Infect 1998.)

Per affrontare le  infezioni ospedaliere e l‘aumento dei  microrganismi multiresistenti  è stata introdotta in Germania, Austria e Svizzera  dal 2002  una nuova linea guida: in tutte le sale operatorie  si raccomanda l‘utilizzo di flussi laminari  con le dimensioni minime di 3,2 x , per proteggere il campo operatorio e il tavolo degli strumenti dai microrganismi. In Inghilterra dal 2005 il Dipartimento della Salute Pubblica ha stabilito che tutti gli interventi di impianti protesici devono essere svolti con flusso laminare. Essendo mobile questa tecnologia può essere utilizzata immediatamente senza nessun costo di installazione e rappresenta un’ alternativa economica  sia per nuovi ospedali che anche per strutture esistenti.

Parole chiave: Infezione, Infezione Ferita Chirugica, Infezione Implantologia, Infezione Post-Operatoria, Infezioni Nosocomiali, Infezioni Ospedaliere, Infezioni Protesi, Laminar Air Flow, Laminar Flow, Le Infezioni Post Chirurgiche, Le Infezioni Post Chirurgiche In Ortopedia, Rigetto Protesi, Strumenti Sterili, Tavolo Madre, Tavolo Portaferri, Tavolo Servitore,

Altri lavori o progetti passati per Normeditec

Prevenzione della trombosi venosa profonda da Normeditec thumbnail
23/02/2013

Prevenzione della trombosi venosa profonda

Ildispositivo di pompa plantare VADOplex stimola artificialmentela pompa venosa del plesso venoso plantarecon tecnologia ad impulsi. Vadoplex   riproduce la fisiologica circolazione delcammino riducendo la stasi nei pazienti immobilizzati. VADOplex   migliora in modo significativo il ritornovenoso, senza aumentare il rischio di sanguinamento evitando gli effetticollaterali della profilassi farmacologica


profilassi meccanica della TVP in CHIRURGIA da Normeditec thumbnail
23/02/2013

profilassi meccanica della TVP in CHIRURGIA

Indicazioni: ● altorischio di TVP   ● edema post-traumatico/ post-operatorio    ●profilassi delle sindromi compartimentali e post-fasciotomia   ● per pazienti ad elevato rischio disanguinamento ● linfedema Ildispositivo di pompa plantare VADOplex stimola artificialmentela pompa venosa del plesso venoso plantarecon tecnologia ad impulsi. Vadoplex   riproduce la fisiologica circolazione delcammino riducendo la stasi nei pazienti


Lettini per fisioterapia e massaggio da Normeditec thumbnail
23/02/2013

Lettini per fisioterapia e massaggio

Lettino per fisioterapia, kinesiterapia e osteopatia De Luxe un nuovo design che completa l’ immagine di uno studio professionale Video disponibile sul sito  


Lettini per osteopata e fisioterapista da Normeditec thumbnail
23/02/2013

Lettini per osteopata e fisioterapista

Lettino per fisioterapia, kinesiterapia e osteopatia De Luxe un nuovo design che completa l’ immagine di uno studio professionale Video disponibile sul sito