Osservazioni e consigli sull' uso dei cellulari, delle cuffiette Bluetooth e dei telefoni cordless.

Osservazioni e consigli sull' uso dei cellulari, delle cuffiette Bluetooth e dei telefoni cordless. da Elettrosmog Tex

Da: Elettrosmog Tex  12/12/2008
Parole chiave: Telefonia, Cellulari, Bioedilizia

Osservazioni e consigli sull' uso dei cellulari, delle cuffiette Bluetooth e dei telefoni cordless.

 
Cellulari:

 
Sarebbe meglio non tenerli in tasca in quanto periodicamente si connettono al ripetitore più vicino, trasmettendo per qualche secondo.
Se il telefono è fermo la trasmissione avviene ogni 15/20 minuti.
Se il telefono è in movimento questa trasmissione avviene ad ogni cambio di cella circa ogni 300/500 metri.
La potenza della trasmissione è variabile. In zone con poco campo è massima.
A seconda del modello di telefono questi picchi variano tra i 3 e i 50 Volt/metro.
L' antenna, quando è incorporata nel telefonino è posta sul retro.
Vi consiglio pertanto di tenere il display dalla parte del corpo.
Una protezione con il 75% di abbattimento del campo elettrico è Elettrosmog Card, basta cercare su Google: 

 
Auricolari senza filo Bluetooth:

 
Da misure effettuate della cuffietta BT durante una telefonata,  con un picco massimo di 1,73 V/m, se ne può consigliare l' uso in quanto nettamente (90% circa) inferiore all' emissioni di un cellulare.
Il telefono durante l' uso va però tenuto lontano dal corpo.

 
E' sconsigliabile tenere la cuffietta indossata quando non si telefona (stile Robocop) in quanto c'è una costante trasmissione ad impulsi. (Tabelle di fondo pagina).

 
La media è bassa ma la rapidità e la costanza degli impulsi portano a picchi di 0,7 V/m.
La frequenza di 2.450 Mhz (2,4 Ghz), la stessa del Wi-Fi e dei forni a microonde, essendo in grado di creare risonanza nelle molecole dell' acqua di cui siamo composti anche noi, per prudenza non va abusata.



 
Telefoni cordless (senza filo):

 
I moderni cordless utilizzano il DECT, Digital European Cordless Telecommunication, lo standard di telefonia digitale cifrato cordless operante sulla banda di frequenza attestata tra i 1880 e 1900 Mhz, con possibilità di 120 canali su 12 frequenze, evoluzione del cordless analogico,

 
La particolare tipologia di onde radio cosiddette "pulsate" utilizzata dagli apparecchi DECT è sospettata di avere conseguenze dannose sull'organismo umano, molto più che non i classici cellulari GSM o i cordless di generazione precedente.

 
La base del telefono cordless emette infatti una quantità di radiazione simile a quella di un'antenna per cellulari (non di un telefono cellulare!) e questo avviene continuativamente, sia che sia in corso una telefonata, sia che il cordless resti appoggiato alla base. Questo causa nei dintorni della base un campo elettromagnetico pulsato.

 
Dal mese di giugno 2005 sono ottenibili nei negozi specializzati telefoni DECT, la cui stazione di base non emette radiazioni quando il portatile è appoggiato. Questi telefoni dispongono però solo di una parte mobile per stazione di base.
Per maggiori informazioni e per attivare questa funzione, si consiglia di rivolgersi a un rivenditore specializzato.
 
Questo link è l' unico fina ad ora trovato (Pag. 58). Chi trovasse altre marche è pregato di segnalarcelo.


 
Cordiali saluti.

Parole chiave: Antenna, Antenne, Bioedilizia, Cellulare, Cellulari, misurazione elettrosmog, Telefonia, tessuti schermanti