Turismo organizzato,anche con franchising agenzie viaggio

Da: Arcadelphi Holding srl  27/11/2009
Parole chiave: Franchising

 Se è vero che la prima tutela tocca i consumer, è altrettanto sacrosanto che agenti di viaggi e tour operator devono potersi muovere in un contesto regolamentato che dia obblighi e doveri etici per tutti. Questa in estrema sintesi la diagnosi emersa dal convegno “Turismo, sicuri di partire?” organizzato a Udine nel corso di “Fuorirotta”, evento autunnale della rassegna “Vicino-Lontano”, giunto alla sua quinta edizione e dedicato ai viaggi, ai viaggiatori e alla cultura del viaggiare. Per la prima volta dopo le “bufere” estive che hanno coinvolto il Gruppo Ventaglio, Columbus, Eurotravel, Todomondo, si è discusso con operatori ,franchisign agenzie viaggio e associazioni di consumatori su come sia possibile, in futuro, tutelare meglio i viaggiatori di fronte a fallimenti, disservizi e dissesti finanziari. «La ripresa del turismo organizzato – ha detto senza mezzi termini Roberto Cividin, vice presidente Fiavet nazionale e presidente di Fiavet Friuli V.G. – non può più prescindere da un’efficace lotta all’abusivismo che colpisce le imprese di viaggi: il cosiddetto turismo organizzato sommerso e gestito da abusivi ha ormai toccato il 25% del fatturato complessivo vantato dal settore ed è chiaro che se a questo si aggiunge una devastante crisi economica, le agenzie viaggi franchising e tour operator non possono competere ad armi pari, con forti e diffusi rischi di chiusura».

Parole chiave: Franchising

Contatto Arcadelphi Holding srl

Email

Stampa questa pagina