Assistenza Domiciliare

Assistenza Domiciliare da Ass. Anassimandro

Da: Ass. Anassimandro  03/11/2010
Parole chiave: Riabilitazione, Prevenzione, Consulenza Psicologica

Che cosa è l'assistenza domiciliare in ambito sanitario?
L'
assistenza domiciliare è un tipo di servizio erogato direttamente a casa dell'utente, che comprende a seconda dei casi prestazioni mediche, infermieristiche, riabilitative, socio-assistenziali. Di conseguenza può essere di varia tipologia, in base alle particolari necessità della persona che richiede tale servizio.
- assistenza domiciliare infermieristica
- assistenza domiciliare fisioterapica

- assistenza domiciliare integrata

Nell’assistenza domiciliare infermieristica, l’equipe infermieristica ( ossia l’insieme degli infermieri, con differenti specializzazioni, che operano con e nei confronti dell’assistito) gestisce ed effettua autonomamente le prestazioni tecniche e relazionali-educative con modalità e tipologia tali da poter rispondere ai bisogni rilevati dall’assistito.

Anche in questo tipo di servizio, per fornire una elevata qualità e necessario fornire per ogni singolo utente un referente infermieristico, con reperibilità telefonica, allo scopo di fornire chiarimenti e suggerimenti, quindi evitando errori.

Nell’assistenza domiciliare fisioterapica, l’equipe fisioterapica ( l’insieme dei fisioterapisti, con varie specializzazioni, che opera direttamente con e nei confronti dell’assistito), stabilisce il trattamento riabilitativo più consono ai bisogni e problemi rilevati dall’assistito.

Affinché si effettui un corretto trattamento riabilitativo, è utile che l’assistito fornisca al fisioterapista tutti i referti diagnostici e le diagnosi mediche rilevate nell’ambito riabilitativo e non, poiché alcuni trattamenti antidolorifici (ossia i trattamenti effettuati con l’ausilio di macchinari) possono essere controindicati per la presenza di altre patologie.

E’ da far notare che il trattamento riabilitativo, nasce dalla necessità di un recupero della funzionalità, quindi del movimento, non di azione antidolorifica (per tale scopo può essere utile soltanto l’azione di farmaci specifici); di conseguenza la tipologia, la necessità e le modalità del trattamento vengono stabilite dal fisioterapista in base alle condizioni e le capacità dell’assistito: può essere espletato con e senza l’ausilio di macchinari antidolorifici o antiinfiammatori (es. tens, magnetoterapia, elettrostimolazione, ionoforesi, laser, tecar etc.. ).

Anche in questo tipo di assistenza è necessario che l’utente abbia un referente fisioterapista, con reperibilità telefonica.

E’ quindi ovvio, ma necessario far notare che anche per l’espletamento delle prestazioni fisioterapiche tecniche e relazionali-educative non è necessaria alcuna prescrizione medica.

Nell’ambito dell’ assistenza domiciliare integrata, l’equipe multidisciplinare, ossia l’insieme di tutti gli operatori sanitari in possesso di autonomia ( medici, infermieri , fisioterapisti, logopedisti, etcc…) collabora per offrire un’assistenza consona ai bisogni rilevati.

Gli infermieri nel loro ambito di autonomia, possono avvalersi di personale ausiliario socio-sanitario, su loro diretta gestione e responsabilità, quando le necessità dell’assistito non siano tali da necessitare un intervento infermieristico ed il personale stesso utilizzato sia effettivamente in grado di fornire tale specifico servizio, al di là del possesso del titolo stesso.

Parole chiave: Analisi convenzionate SSN, Artrosi, Assistenza Anziani, Assistenza Domiciliare Integrata, Cardiologi, Consulenza Psicologica, Disinfettanti, Fisioterapisti, fleboclisi, infermieri, ipertensione, Medicazioni, piaghe da decubito, Prevenzione, Riabilitazione, terapia endovenosa, intramuscolare, sottocutanea, Test rapidi glicemia, colesterolo, trigliceridi,