Ecografia Ostetrica

Da: Poliambulatorio Salute in Armonia  30/01/2013
Parole chiave: Ecografia ostetrica 4D

Di certo è uno dei momenti più attesi dei futuri genitori! Capita spesso infatti di prendere consapevolezza del compito che li aspetta proprio guardando le prime immagini dei loro figli attraverso l’ecografia. L’ecografia ostetrica come tutte le ecografie si avvale dell’uso di ultrasuoni (onde ad alta frequenza) innocue per la salute materno-fetale, e consente di acquisire diverse informazioni cliniche a seconda dell’epoca gestazionale nelle quali vengono eseguite. Quando farla? Secondo il SSN sono consigliate almeno tre ecografie: nel primo trimestre (intorno alla 12 settimana), nel 2°trimestre ( 20-22 settimana), e 3°trimesre (30-34 settimana). Riteniamo però che sarà il ginecologo curante a stabilire quante ecografie eseguire alla luce delle varie componenti che possono incidere sulla gestazione(ipertensione materna, diabete gestazionale, difetti nella crescita fetale, alterazioni del liquido amniotico etc). 1°trimestre: il SSN prevede una sola ecografia. Riteniamo in realtà che sia necessario eseguirne almeno 2:una all’8 sett (valutazione sede della grav, n°embrioni, la presenza di attività cardiaca, valutazione dell’epoca gestazionale in riferimento all’UM), e un’altra alla 12 settimana per valutare la presenza dei quattro arti, plica nucale, misurazione embrione. 2°trimestre: in questo periodo l’ecografia permette di studiare l’anatomia fetale e valutare se la biometria (testa, addome, femore) corrisponda ai valori di riferimento,la sede di inserzione placentare e la quantità di liquido amniotico. Viene eseguita in 20-22 settimana( chiamata ecografia “morfologica”). 3°trimestre: in questo periodo l’ecografia permette di valutare l’accrescimento fetale, la quantità di LA, localizzare la placenta, la presentazione fetale (se cefalica o podalica) e viene effettuata intorno alla 30-34 settimana. ECOGRAFIA MORFOLOGICA Insieme all’ecografia del 1° Trimestre è il controllo più importante e complesso di tutta la gravidanza. MORFOLOGICA perché volta a studiare la morfologia fetale per escludere o accertare la presenza di malformazioni. Si esegue in questo periodo per due importanti motivi: 1) il feto è nelle migliori condizioni per essere studiato in quanto il rapporto dimensioni fetali e LA è ottimale. 2) dopo tale epoca la legge non permette l’interruzione volontaria della gravidanza anche se il feto avesse malformazioni. Deve essere eseguita da operatori esperti che si avvalgano dei migliori ecografi! QUALI ANOMALIE E’ POSSIBILE VISUALIZZARE CON L’ECOGRAFIA? L’esperienza finora acquisita suggerisce che l’esame ecografico routinario consente di identificare dal 30 al 70% delle malformazioni fetali maggiori intendendo per maggiori quelle malformazioni che richiedono un trattamento chirurgico o assistenza medica alla nascita. E’ possibile che alcune anomalie NON possano essere rilevate anche perché talvolta alcune sono tardive pertanto non visibili. RUOLO DELL’ECOGRAFIA 3-4D L’ecografia tridimensionale è ormai entrata a far parte della pratica corrente. Permette di visualizzare il feto o la struttura che stiamo analizzando in 3D mostrando un volume e non solo in piano di sezione. Le sonde tridimensionali con un movimento attivato meccanicamente acquisiscono molte “fettine”della struttura anatomica che si vuole esaminare e successivamente attraverso un computer integrato nell’ecografo ricostruiscono i volumi. La sonda 4D aggiunge il tempo reale. APPLICAZIONI DEL 3-4D Attualmente la valutazione fetale si basa essenzialmente sull’ecografia bidimensionale, la metodica 3D è solo un completamento. Riteniamo però che entrerà a far parte della routinarietà degli screening ecografici molto presto anche perché su alcune malformazioni come la labiopalatoschisi (labbro leporino) il ruolo del 3-4D è più preciso e comprensibile anche per i genitori. Inoltre grazie alla visualizzazione esclusiva delle strutture ossee, permette di caratterizzare meglio il difetto, come ad esempio nelle malformazioni degli arti come il piede torto congenito. Ultimo aspetto ma non meno importante, poter visualizzare i nostri figli attraverso la tridimensionalità ci regala quell’emozione unica e irripetibile che solo la “vita”ci può donare! Il Poliambulatorio utilizza tecnologia ecografica Samsung Ugeo H 60

Parole chiave: Ecografia ostetrica 4D

Contatto Poliambulatorio Salute in Armonia

Email

Stampa questa pagina

Altri prodotti e servizi per Poliambulatorio Salute in Armonia

02/03/2011

Rieducazione funzionale globale

Il nostro orientamento è rivolto ad un intervento specifico


02/03/2011

Nutrizione clinica

Valutazione e trattamento multidisciplinare


02/03/2011

Medicina Biologica

L'orientamento del Poliambulatorio è quello di curare la persona nel rispetto dell'unicità individuale, aumentare la responsabilità, la conoscenza e la competenza della propria salute.