ANTIFURTO PERIMETRALE ESTERNO TORINO SETTIMOTORINESE - BARRIERA A RAGGI INFRAROSSI IPS

Da: NUOVE TECNOLOGIE di Colucci Antonio  09/03/2011
Parole chiave: Antifurto, Antifurti, Antifurto Casa

IPS è una protezione perimetrale a struttura auto portante a raggi infrarossi.
 
E' utilizzato sia per interno che per esterno ed è prodotto per offrire una elevata resistenza alle sollecitazioni meccaniche ed agli agenti atmosferici. Utilizza una meccanica ad orientamento micrometrico, che permette la massima precisione nell’allineamento. Inoltre essendo basato su tecnologia a microprocessore, consente l’eliminazione quasi completa del fenomeno di di-squalifica, grazie ad un’analisi intelligente del segnale proveniente dai ricevitori.
 
Nel caso in cui il trasmettitore non sia più in grado di comunicare con il ricevitore è previsto un apposito circuito, il quale, in caso di eventi atmosferici, determina l’auto esclusione del raggi infrarossi, con conseguente segnalazione dell’evento. Il ripristino del normale funzionamento avviene automaticamente con il ristabilirsi delle normali condizioni di visibilità. Alcuni modelli utilizzano il segnale di sincronismo che li rende immuni da eventuali tentativi di accecamento.

I modelli attualmente disponibili sono provvisti di trasmettitori e ricevitori a raggi singoli o a raggi doppi.
 
 
Funzionamento:

Il trasmettitore invia al ricevitore impulsi a luce infrarossa e contemporaneamente un segnale di sincronismo tramite cavo. Il ricevitore di conseguenza, elabora l’impulso infrarosso esclusivamente nel momento in cui riceve il consenso elettrico via cavo, Io stesso non riconoscendo la luce continua, fa risultare IPS indifferente ai raggi solari. La massima portata di IPS è di 250 m in ambienti interni e di 200 m in ambienti esterni.
 
I raggi, sono collegati ad un concentratore che gestisce su un unico cavo fino ad massimo di 8 coppie, invia il segnale di sincronismo ad un’apposita scheda elettronica pronta ad analizzarne i valori ottenuti. A questo punto, il concentratore attraverso le sue uscite, abilita i trasmettitori associandoli correttamente. E’ inoltre possibile collegare i su detti concentratori, in rete fra di loro fino ad un numero massimo di 64, e di conseguenza proteggere perimetri molto ampi. Quando la visibilità tra trasmettitore e ricevitore tende a diminuire, a causa di fattori atmosferici, il sistema amplifica il segnale ricevuto aumentandone l’intensità fino a 50 volte rispetto al valore normale.

Parole chiave: allarme torino, Antifurti, Antifurti Casa, antifurti settimo torinese, Antifurto, Antifurto Casa, antifurto esterno, Antifurto Perimetrale, antifurto settimo torinese, antifurto torino,

Contatto NUOVE TECNOLOGIE di Colucci Antonio

Email

Stampa questa pagina