Costellazioni familiari

Da: A.C. Accademia per lo sviluppo delle risorse umane  25/02/2012
Parole chiave: Disturbi Ansia, autostima, Elaborazione del Lutto

Un giorno insieme pe ritrovare la forza nelle proprie radici. Per quale motivo ? ... senza radici non si vola L’ambiente famigliare è una delle aree nella quale cercare la chiave per aprire quelle porte che, spesso , troviamo chiuse davanti a noi senza capirne il motivo. Legami nascosti, segreti, cose dette e non dette, patti, comunicazioni, sensi di colpa e tanto altro che , inevitabilmente, visto l’amore con il quale condiamo le relazioni con i nostri famigliari, risultano essere a volte dei veri e propri “muro di berlino”: invalicabili . Le costellazioni famigliari e sistemiche hanno l’obiettivo di portare alla luce dinamiche nascoste, sfuggenti completamente al nostro pensiero razionale e alla nostra volontà, che agiscono nell’ambito di un sistema coma la famiglia o comunque un’organizzazione od un gruppo particolarmente ampio. Molto spesso , quando nella propria vita persiste un disagio , o incontriamo ripetutamente lo stesso problema, è perché, senza volerlo e senza saperlo, perpetuiamo un particolare legame con destini e vissuti di altre persone, anche di generazioni precedenti, del nostro sistema familiare. La messa in scena, secondo il metodo fenomenologico ideato e diffuso da Bert Hellinger, svela e porta alla luce queste dinamiche che sorgono da una profonda ed inconsapevole lealtà alla coscienza del campo familiare. Come? Attraverso la messa in scena . Molto spesso nella nostra vita soffriamo per disagi e sintomi o per conflitti, interni ed esterni, che si ripetono o si prolungano nel tempo, e, molto spesso, alimentiamo in noi, in un circolo vizioso, la percezione che non sia possibile uscirne. A sua volta questa idea nutre la permanenza e la crescita delle emozioni di impotenza, rassegnazione, auto svalutazione, facendoci perdere contatto con la nostra energia vitale, demotivandoci nel nostro percorso di crescita personale. Nell’osservazione del meccanismo di legame, quasi sempre ostinato, al disagio si può riconosce il giudizio, sia a livello individuale che sistemico, come suo motore propulsivo. L’attaccamento al malessere, sia che sia visibile perché espresso nevroticamente, sia invisibile perché nascosto sotto un’apparente e sofisticata calma, agisce guardando ad una sola valutazione degli eventi e del proprio vissuto, giudicando il giusto e l’ingiusto, quello che non è stato e che non si è avuto, la propria mancanza o la mancanza altrui, escludendo le infinite possibilità che la vita ci offre e negando la co-dipendenza del mondo interno e del mondo esterno, cioè della nostra responsabilità nel movimento di soluzione. Parimenti nel sistema familiare, anche in una linea di discendenza precedente all’attuale9, dei fatti accaduti vengono tenuti celati o un componente viene escluso dalla memoria familiare stessa, per vergogna del suo comportamento o perché protagonista di un evento molto doloroso, escludendo la connessione con tutta la forza vitale dell’albero genealogico a nostra disposizione. Nel percorso di integrazione si possono individuare tre momenti principali: il riconoscere l’esclusione e la scissione con altre componenti vitali, lo sciogliere l’ostinazione con l’irretimento (decontrarre), l’integrazione dove tutte le componenti escluse possano esistere e interagire. Con il metodo della Costellazioni Familiari si va a vedere cosa è stato e cosa è, includendo ed entrando in accordo con tutto ciò che è, ampliando il proprio spazio interiore: si rinuncia all’idea precostituita e limitante e ci si espone ad una forza creativa nella quale può emergere qualcosa di inaspettato, che ha a che fare con il movimento e il cambiamento, non con la ripetizione.

Parole chiave: autostima, Bert Hellinger, corsi Motivazione, disagio emozionale, Disturbi Ansia, Elaborazione del Lutto, Motivazione , comunicazione , leadership ,, relazioni familiari, Risoluzione dei conflitti,

Contatto A.C. Accademia per lo sviluppo delle risorse umane

Email

Stampa questa pagina

Altri prodotti e servizi per A.C. Accademia per lo sviluppo delle risorse umane

25/02/2012

Quarto Livello base Kinesiologia emozionale -metodo One Brain "One Brain Avanzato"

Benefici Immediati: Una efficace gestione delle proprie emozioni


25/02/2012

Terzo livello base Kinesiologia emozionale-metodo One Brain " Al di là del codice "

Benefici Immediati: Avete saputo quanto meravigliosi siete? Ora mettete in pratica un’idea…(Migliori relazioni? Migliori comunicazioni? Maggior accettazione di Voi e degli altri?) e soprattutto COMPRENSIONE, CONSAPEVOLEZZA ED un’efficace COMUNICAZIONE.


25/02/2012

Secondo livello base Kinesiologia emozionale -metodo One Brain " Consapevolezza nell'apprendimento"

Si apprendono oltre 20 tecniche che possono essere applicate immediatamente per migliorare la lettura, la scrittura, l’ortografia, la comunicazione e la confidenza in sé stessi. (Durata: 3 giorni) .Beneficio immediato: ogni volta che ci troviamo ad affrontare una “sfida” nella vita siamo immediatamente in grado di riequilibrare i nostri emisferi celebrali.


25/02/2012

Primo livello base Kinesiologia emozionale-metodo One Brain " Gli strumenti del mestiere "

La tematica di base di questo seminario è: “VORREI FARE DELLE SCELTE DIVERSE MA DUBITO DI ME STESSO”. Si tratta di riprendere in mano la vita incominciando a cambiare il proprio credo da “NON NE SONO CAPACE” in “SONO BRAVO ABBASTANZA DA REALIZZARE CIO’ CHE VOGLIO”. (Durata: 2 giorni) Beneficio immediato: riuscire ad eliminare lo stress che ci impedisce di essere noi stessi ed iniziare a vivere la nostra vera vita.


25/02/2012

COMUNICAZIONE NON VERBALE

• A leggere il linguaggio del corpo degli altri • A valutare il livello di congruenza di un interlocutore • Ad individuare le Emozioni collegate agli argomenti trattati dal tuo interlocutore • Ad individuare menzogne • Ad individuare gli argomenti di maggior stress per il tuo interlocutore • Imparare a leggere un volto • Adottare i giusti criteri d’interpretazione • Cogliere gli indizi • Perfezionare i propri canali comunicativi • Dotarsi di strumenti personali per migliorare le relazi


25/02/2012

Approfondita…mente . Tecniche di visualizzazione mentale . Terza parte

Una giornata insieme con lo scopo di ... meravigliarsi...semplicemente imparando a decodificare i messaggi che ci invia la nostra mente , a comunicare in modo diverso e inusuale con noi stessi , nuove strategie per relazionarci con gli altri , a viaggiare senza limiti di tempo e spazio .


25/02/2012

Success...iva...mente . Tecniche di visualizzazione mentale . Seconda parte

Per trovare la vita ragionevolmente soddisfacente, per raggiungere un successo che costituisca il valido raggiungimento di un fine personale, per essere orgoglioso di te stesso, per comprendere i tuoi limiti ed accettarli, senza che questo ti impedisca di provare a superarli, prendi in considerazione l'opportunità di partecipare al seminario proposto dall’Accademia di "Success…iva…mente".


25/02/2012

Inizial…mente . Tecniche di visualizzazione mentale . Prima parte

L'immaginazione creativa è una tecnica che consiste nel visualizzare delle cose o delle situazioni nella propria mente e provocarne l'effettiva realizzazione nella realtà. Utilizzarla per il proprio benessere consente un miglioramento concreto del proprio benessere psico-fisico-emozionale , aiuta il raggiungimento dei propri obiettivi e un consolidamento della propria autostima . Una volta provate , consentono un igiene mentale quotidiana , un prendersi cura di sè come quotidianamente lo si fa ,


25/02/2012

Sorridere con il corpo...financo con il fegato

imparare a conoscere alcuni dei meccanismi con cui funziona la nostra mente per poterli mettere al servizio della tua salute psico-fisica ; • danzare ( senza dover necessariamente conoscere alcuna tecnica ) con il corpo seguendo il tuo ritmo interiore per esprimere gioia e vitalità ; • Incontrare la tua “autoimmagine” e di coccolarla giorno per giorno ; • Consapevolizzare l’uso che fai del tuo linguaggio e della tua voce ; • Ascoltare il tuo corpo e apprendere a poco a poco il linguaggio con i


08/12/2011

One Leader

Capire cosa determina le nostre azioni e le sensazioni che proviamo ogni giorno e, soprattutto, come prendere il controllo di tutto questo, può cambiare enormemente la qualità del tuo rapporto con te stesso e con gli altri, sul lavoro come nella vita di tutti i giorni. Sarai in grado di decidere con maggiore sicurezza e chiarezza perché avrai sempre ben limpida la strada che vuoi percorrere. Potrai far sì che le tue credenze, i tuoi valori, le tue regole e i tuoi riferimenti ti spingano con ritm


22/07/2011

Scuola formazione metodo One Brain (Kinesiologia emozionale) ; sedute individuali kinesiologia

Favorire il miglioramento delle condizioni di vita dell’essere umano e della sua maturazione interiore . “ONE BRAIN” è un metodo educativo che si evolve con lo scopo di aiutare le persone ad integrare il corpo, la mente e lo spirito. Come? Con l’utilizzo del Test muscolare si identifica lo “stress emozionale negativo” bloccato nel corpo, rilasciandolo completamente e sostituendolo con la “motivazione emozionale positiva”.


22/07/2011

LifeInOne Seminar

STREPITOSO, mi ha fornito tanti tasselli per lavorare ed arricchire migliorando la mia vita ed il mio linguaggio interiore. “FORMIDABILE” perché ha dato Forma concreta alle mie abilità. È stato molto divertente uscire dagli schemi e cambiare modo di vedere OTTIMO, non sono mai entrata in comunicazione con le mie emozioni come in questi giorni ed in più in pochi giorni ho acquisito tante chiavi per migliorare la qualità della mia vita. MERAVIGLIOSO. Mi avete regalato una coccola per i