Bigliettini da visita

Bigliettini da visita da Tipografia Moderna Bassano

Da: Tipografia Moderna Bassano  18/06/2010
Parole chiave: Biglietti Da Visita

Tipografia Moderna è specializzata anche nella produzione (ideazione, elaborazione e stampa) di biglietti da visita di qualsiasi tipo!

I biglietti da visita fustellati sono biglietti da visita che hanno una forma particolare, che va oltre i classici biglietti formato bancomat e si spinge anche più in là dei normali biglietti rettangolari di qualsiasi dimensione.

La fustellatura (tramite l’uso di fustella) consente di creare biglietti che possono avere le forme più disparate, per soddisfare qualsiasi esigenza di un cliente: biglietti rotondi, biglietti con angoli tondi, biglietti sagomati, ecc. ecc.

I biglietti da visita punzonati sono biglietti da visita con parti messe in rilevo tramite la tecnica della punzonatura a secco; possiamo quindi avere biglietti con testi in rilievo, biglietti con loghi in rilievo, ecc.

Anche chiamato sbalzo a secco, con questa tecnica si ottengono quei rilievi che in certe lavorazioni si usa dare a titoli, slogan, ecc. Questi rilievi sono ottenuti mediante l'uso di clichè e macchine particolari, che rendono il disegno o la scritta, come dice la parola stessa "a rilievo" rispetto al piano stampato dando così un effetto più elegate al'oggetto. La parola "a secco" sta proprio ad indicare il fatto che non vengono utilizzati ne olii ne inchiostri per dare l'effetto ma il tutto avviene solo con l'uso di lastre che vanno ad incidere ma non a tagliare, la parte interessata rendendola a rilievo.

I biglietti da visita verniciati permettono di creare effetti particolari stampando delle zone con una vernice spessa e lucida, rilevabile al tatto, che riflette la luce in maniera maggiore rispetto al resto della superfice opaca del biglietto. Con questa tecnica si può ad esempio evidenziare il logo facendolo risaltare.

Le vernici, oltre alla protezione dello stampato, offrono un valore aggiunto e costituiscono un "appeal" nel punto di vendita, in particolare nel settore dell'imballaggio. I principali campi di applicazione sono ampi e riguardano: la stampa di etichette da bobina, il modulo in continuo (direct mail), la stampa di imballaggi di qualità su cartone, la stampa su supporti plastici ed accoppiati (carte di credito, tessere telefoniche, imballaggi, mousepad, polipropilene). Gli inchiostri UV offrono inoltre altri importanti vantaggi: rimangono freschi a tempo indeterminato, le tonalità risultano brillanti e lucide anche su supporti poco pregiati, non esiste perdita di lucido a causa dell'assorbimento del supporto, aggiungono immediatamente l'adesione al supporto e la resitenza chimica e meccanica è decisamente superiore agli inchiostri tradizionali.

La verniciatura serigrafica con riserva è un altro metodo di funitura. La parola riserva indica una stampa di un fondo pieno con zone senza inchiostro, e' il caso di lucidature trasparenti , oppure di fondi removibili con zone in cui si vede la stampa sottostante. La verniciatura su riserva è, se vogliamo, l’utilizzazione maggiore in ambiente serigrafico in quanto, in caso contrario, si ricorre generalmente a verniciature in macchina ad area piena, spesso ottenute direttamente dalla macchina offset che però, depositando quantità inferiori di vernice, producono effetti meno evidenti e brillanti rispetto alla serigrafia. La vernice serigrafica per lavori con riserva utilizza vernici con una viscosità media, al fine di ottenere, oltre alla brillantezza, anche una discreta definizione dei dettagli. Di solio per quanto riguarda la scelta della verniciatura sia essa lucida o opaca, si fa riferimeto a ciò che c'è "sotto" e cioè se abbiamo una vernicitura opaca, come nella foto qui a fianco, è consigliabile effettuare una vernicitura serigrafica con riserva lucida per mettere in netto risalto quello che su vuole e in questo caso il marchio.

La stampa a caldo (o stampa a foglia) è una tecnica che permette di applicare dei particolari metallizzati, molto lucidi e brillanti, come oro a caldo, argento a caldo, ecc. La stampa a caldo è anche detta stampa a secco poiché non usa inchiostro liquido, ed infatti non permette di riprodurre sfumature; è invece ideale per la riproduzione di testi e loghi

La stampa a caldo è forse il sistema più conosciuto del settore della nobilitazione. Com’è noto si tratta del trasporto “a caldo” (quindi non serigrafico) di una lamina molto sottile (12-14 micron) in film di poliestere (o simili) di vari colori (dall’oro ai colori pastello, ai film olografici) su forme in rilievo. La stampa avviene, mediante l’utilizzo di matrici in rilievo, generalmente in magnesio, portate a temperatura variabili dai 90 ai 200 gradi centigradi, sia in piano sia col sistema piano cilindrico o rotativo e può essere realizzata oltre che su carta e cartone, su pelli, gomma, plastica, ecc. Effetto di oro brillante e coprentissimo che non si può ottenere con nessun altro veicolo di stampa.


Parole chiave: Biglietti Da Visita